Daith piercing: fa male? Il buco all’orecchio più trendy del momento

Ogni stagione ha un suo trend, che si parli di abbigliamento oppure accessori, non si può fare a meno di un pezzo che diventa così tanto amato da essere eletto il must da avere a tutti i costi.

In tutti i profili Instagram, blog, e chi più ne ha più ne metta, ogni fashion addicted che si rispetti deve seguire e dettare tendenza e questa sarà più che vista dai follower. Oggi noi della redazione vogliamo parlarvi del daith piercing, ovvero di un anellino all’orecchio.

Direttamente da Los Angeles, questo è il piercing più in voga del momento. Sta bene a tutti e dona immediatamente un’aria super cool.

daith piercing anelli

Tatuaggi per le unghie, cosa sono e dove comprarli

Cos’è il daith piercing?

Il daith piercing viene effettuato praticando un buco in quella parte dell’ orecchio sopra il trago, chiamata radice dell’elice. In realtà è il più facile da curare e guarisce più in fretta poiché è protetto dentro l’orecchio quindi limita la possibilità di contatto con virus e batteri.

Ma passiamo alla questione tanto attesa e forse anche la più richiesta: il dolore. Premettendo che, come qualsiasi cosa che si faccia dal piercing al tattoo, la soglia di dolore è sempre soggettiva, è anche vero che arrivano ottime notizie. Tutti gli interessati possono tirare un bel respiro di sollievo poiché sembra che il dolore sia davvero minimo o comunque paragonato a quello dei semplici buchi all’ orecchio.

daith piercing gioielli

Tutto sul septum piercing, cos’è e come si fa

Si possono stringere un attimo i denti in cambio di un risultato davvero strepitoso! Oltre all’estetica, sembra che il daith piercing abbia delle proprietà che garantiscano la perdita dei fastidiosi dolori di emicrania. La correlazione sembra essere data dal fatto che l’elide è lo stesso punto che viene stimolato in agopuntura per combattere tali disturbi.

Vengono rilasciate sostanze antidolorifiche, tra cui l’endorfina, grazie alla pressione di nervi sottocutanei e tessuti muscolari che aiutano tutti coloro che presentano questa insofferenza.

Bello, utile e di tendenza, non si può davvero chiedere di più.

Francesca Crisafulli

Francesca Crisafulli

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

*