Emma Marrone come una bambola con gli abiti dell’Eurovision 2014

Se c’è un’artista che è lontano dallo stereotipo della bambola perfettina è proprio Emma Marrone, eppure la cantante salentina ha accettato con piacere l’omaggio di MDOLLS, una sua Barbie in versione Eurovision Song Contest 2014. I designers Mario Paglino e Gianni Grossi realizzano Barbie dei personaggi celebri in edizione limitata, il loro cavallo di battaglia è Madonna, ma si sono cimentati in tantissimi altri, riscuotendo sempre un enorme successo.

Il look da imperatrice romana, sfoggiato a Copenaghen appena qualche settimana fa, deve aver colpito tanto i due che hanno deciso di  far diventare Emma Marrone “come una bambola”, citando il testo della sua canzone “Ma che vita fai”.

Il particolare vestito, indossato dall’ “imperatrice” Emma all’Eurovision, è stato realizzato interamente a mano, in particolare, l’abito e la cappa sono stati creati da Stefano De Lellis e la corona con cristalli è stata realizzata da Galerie Lerique, esclusivamente per la performance dell’Eurovision Song Contest.

Per quanto riguarda il piazzamento in classifica, purtroppo per la cantante salentina, non c’è stato il risultato sperato, ma per il look non possiamo che battere le mani di fronte a questo capolavoro artigianale, e poi Conchita Wurst avrà pure vinto, ma non ha la sua Barbie, è una piccola rivincita, no?

Guarda le foto di Emma Marrone come una bambola all’Eurovision Song Contest 2014

Roberta Costantino

Roberta Costantino

Da dieci anni scrive e lavora sul web. Ha gestito contenuti per importanti portali italiani spaziando dalle news di attualità, ai viaggi, al cinema e alla cronaca rosa, fino alla moda, il suo grande amore; l'esperienza in redazione le ha permesso di ottimizzare le capacità di scrittura con skills SEO, social e di velocità nell'interpretare le tendenze sul web. Attualmente lavora a Pianetadonna.it dove si occupa di moda e bellezza. Scrive di viaggi, cibo e beauty per Swide.com, la rivista on line di Dolce&Gabbana. Gestisce nel tipo libero il suo sito Style Factor e racconta le sue avventure tra moda, viaggi e tour eno-gastronomici sul blog visualfashionist.it dal 2007

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

*